Il Consiglio comunale di Furore in provincia di Salerno sulla costiera amalfitana ha approvato il progetto di un ascensore inclinato che raggiunge rapidamente il mare. La mia equipe di INGEGNERIA DEL TRASPORTO VERTICALE  ha realizzato questo progetto trovando una soluzione che ha trovato l’adesione della cittadinanza che in tal modo risolve un problema trentennale di lontananza dal mare rappresentato dal famoso Fiordo, una spaccatura a picco sul mare meta di turisti di tutti il mondo. Il professor Raffaele Ferraioli, Sindaco di Furore da moltissimi anni, ha fortemente voluto questo collegamento. 
 
 
Gli ascensori inclinati sono l’unica soluzione per molti casi di mobilità urbana e stanno riscuotendo un successo sempre maggiore, anche per pubblicazione della norma EN 81-22, che tratta proprio delle norma relative a tali tipi di ascensori e che ne ha regolamentato la installazione.
Lo sviluppo sostenibile delle città passa necessariamente anche per tali realizzazioni, insieme ai people mover e finanche le funivie cittadine o intercittadine. Bisogna che gli urbanisti e gli architetti prendano possesso anche di queste competenze. Di ciò se ne è molto parlato al convegno di Genova del 6-7 febbraio ultimo scorso (vedi altro mio post precedente), dove ho presentato in anteprima il progetto dell’ascensore di Furore.
Riportiamo quanto riportato dai quotidiani locali sull’ascensore di Furore.